Archivio Elisabetta Asberto – 1

Archivio Elisabetta Asberto – 1

Abbiamo ricevuto qualche tempo fa, dopo la messa in onda dell’Archivio della Paola il commento seguente e che abbiamo trascritto per cognitio causa, un bell’esempio di che cosa possa fare il sito e tutto quello che ci abbiamo messo dentro.

Un grande grazie alla Elisabetta e aspettiamo altre missive del genere per rivedere facce conosciute o anche scordate, tutto fa brodo… Vorremmo solo far presente che se qualcuno riesce a mettere i nomi sulle facce fotografate, sarebbe più che super, aggiungiamo il tutto alla didascalia attuale, grazie di cuore…

Diego


Sono Elisabetta, nipote di don Sofia. Che bello vedere tutte queste foto. E’ molto probabile che io abbia delle foto di quegli anni e appena posso le digitalizzo e ve le farò vedere. Don Sofia lavora sempre come missionario, nonostante i suoi 80 anni è da poco rientrato dal Nicaragua e in questo momento sta portando aiuti umanitari in Slovenia e Croazia.

Ora vive ad Udine all’istituto salesiano Bearzi.  La sua mail Tiziano.sofia@libero.it e potete trovare le ultime di don Sofia sul suo sito che consiglio di leggere  : www.padretiziano.it.

Un saluto a tutti e arrivederci, senza dubbio

Elisabetta Asberto
elisabettaasberto@gmail.com


One Response to Archivio Elisabetta Asberto – 1

  1. Ho riconnesso con Don Tiziano un due anni fa, e lui mi scrisse che certo si ricordava bene di me!
    Grazie per questo bel ‘regalo’ Elisabetta!
    Io mi ricordo di Don Tiziano per varie ragioni, ma soprattutto perche’ fu il primo a togliere
    quell’aura di mistero che coinvolge il confessionale. Difatti lui ha preso due seggiolini, uno per lui ed
    uno per me e abbiamo discusso di ‘peccati’ e di altre cose pertinenti.
    Da allora ho trovato lo stesso ‘modo’ di confessarmi con Don Gianni ( per le
    strade di New York) e con Padre Dominic, un domenicano di Sant’Antimo, una chiesa che ha
    pure ospitato i soldati stanchi di Carlomagno.
    Additrittura con lui ho dovuto ‘rincorrerlo’ nelle
    varie chiese della zona di Montalcino ( Toscana) per ottenere l’assoluzione!
    Devo dire che Don Tiziano e’ stato un vero esempio di avant- garde, celebrando la messa
    dopo una giornata ad arrampicarci sulle montagne libanesi, e chiedendo a due compagne
    di fare le ‘chierichette’! Cosa mai vista prima…
    Gli auguro di continuare sempre con questa visione della vita :
    semplice e pura.
    E spero rivederlo comunque!

Leave a reply